News & Eventi
10.10.2016

2016, una grande vendemmia

La vendemmia 2016 sui Colli Orientali è stata influenzata da un andamento climatico particolare. Se nei mesi invernali da gennaio ad aprile sono stati registrati periodi di secco sopra la media, a maggio e giugno - secondo i dati dell'Osservatorio meteorologico Osmer Fvg - si sono registrate piogge frequenti che hanno permesso un accumulo di riserve idriche. Queste sono state essenziali nel successivo trimestre quando piogge e umidità hanno fatto registrare eventi inferiori dal 30 al 50 per cento rispetto alla norma.

Le temperature a luglio e agosto sono state di poco superiori alle medie (un grado in più a luglio, 2 ad agosto) con punte di 2,5 gradi sopra media a settembre. Nel mese della vendemmia, con temperature di piena estate nella prima quindicina, la pioggia caduta è stata solo la metà di quella registrata in media nel periodo 1961-2010. Queste particolari condizioni hanno consentito una buona produzione di grappoli quasi sempre esenti da malattie.

Ciò ha permesso di portare in cantina uve sane e di ottima qualità. I grappoli si presentavano turgidi e giustamente maturi. Le insolite alte temperature diurne di settembre hanno assicurato una notevole escursione termica notte-giorno che si tradurrà in profumi eleganti e non troppo carichi (in armonia con le note gustative), premiando lo stile Ermacora di vinificazione delicato e pulito. Le temperature alte hanno contribuito nell'ottenere un livello di zuccheri importante, garantendo alcolicità adeguate a sostenere maturazione e invecchiamenti.