I ROSSI
torna alla cantina »
Refosco dal peduncolo rosso
Vino autoctono, che secondo alcuni è l’erede dell’antico Pucinum, coltivato qui dagli antichi Romani. Importante ed orgoglioso, si abbina all’arrosto, allo spezzatino ed alla selvaggina.

Vitigno che offre le sue prestazioni più convincenti quando è adulto: le nostre terre ospitano il refosco da oltre 30 anni nella zona di Solzaredo e da oltre 10 anni nelle aree di Montsclapade. Questo vino si presenta con un bel corredo olfattivo: di solito profuma di china, di caffè e di crostata di more. All’assaggio conferma gli stessi caratteri e aggiunge sapori di ciliegia e di prugna, che spesso si accompagnano ai sentori di pepe bianco. Appare più aggressivo e ruvido da giovane, ma dopo qualche anno propone importanti tannini ben ammorbiditi ed una notevole persistenza gustativa. Indicato per piatti tipici friulani come fagioli e cotechino, gulasch e lepre in salmì.